Vibo Valentia. Ultimato il teatro comunale. Sarà inaugurato il 14 febbraio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

 

Vibo Valentia ha il proprio Teatro comunale. Per la sindaco Maria Limardo “é un momento speciale non solo per me, ma per l’intera città, che accogliamo con gioia e commozione”. Anche perché la struttura era attesa da 30 anni; da quando, cioè, era stato chiuso il teatro  Valentini. Nel 1999 era iniziata la programmazione dell’opera grazie al finanziamento da parte del ministero della Cultura, guidato allora da Walter Veltroni, e utilizzato grazie ad un emendamento alla Legge di Bilancio proposto dall’allora senatore Franco Bevilacqua. Quindi la lunga fase d’individuazione dell’area sulla quale realizzare la struttura e della delibera del Cipe del 2015, ultimo atto dell’amministrazione guidata da Nicola D’Agostino, fino alla posa della prima pietra con l’Amministrazione guidata da Elio Costa. Un arco di tempo che ha visto impegnate quattro esecutivi comunali. Il nuovo teatro rientra nella rete regionale istituita dalla Regione, rappresentata nel corso della cerimonia odierna dalla vicepresidente Giusi Princi e dall’assessore agli Attrattori culturali Rosario Varì. Erano presenti, inoltre, i sindaci che sono stati in carica nel corso dell’iter che ha portato alla realizzazione del teatro, Elio Costa, Nicola D’Agostino e Franco Sammarco, insieme alla stessa Maria Limardo.   L’edificio, che sorge in località “Moderata Durant”, sarà la casa anche dell’orchestra sinfonica del teatro, che eseguirà 35 concerti l’anno. Per l’allestimento della prima stagione è stato siglato un accordo con il teatro Parioli di Roma, diretto da Michele Gentile, che ha offerto gratuitamente una serie di eventi con il coordinamento dell’attrice Angela Finocchiaro. Il primo appuntamento sarà il 14 febbraio con il duo “Ale & Franz”. A seguire, il 7 marzo, lo spettacolo con Paolo Ruffini e Massimo Ghini e poi quello con Diego Della Palma il 12 aprile.

Francesco Rizza

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp