Una nuova candidatura per il Nobel per il crotonese Michele Biafora.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Una nuova candidatura al Nobel, la terza, per Michele Biafra poesta calabrese che nonostante l’età relativamente giovane, ha già raggiunto con i propri versi una maturità artistica di riguardo. È questo il pensiero di Gianluigi Rossi, professore emerito di “Storia dei Trattati Internazionali” presso la “Sapienza” di Roma che nel prossimo mese di gennaio ultimerà per l’accademia di Stoccolma.

Le precedenti proposte che non sono andate a buon fine sono state presentate negli scorsi anni dal Centro molisano “La Conca” di Roma nel 2005 dalla Libera Università Internazionale “Gaetano Salvemini” nel 2012. Una volta che la candidatura a cura del professore Rossi sarà presentata, toccherà alle Istituzioni locali ed alle maggiori associazioni culturali calabresi condividerle come è stato fatto alcuni anni fa per un altro Calabrese autorevole:Dante Maffia docente universitario di letteratura italiana a Roma.

Anche Michele Biafora, nato nel 1968, ormai rappresenta una figura centrale della cultura italiana, per i numerosi prestigiosi incarichi con le maggiori realtà letterarie italiane e, fra le numerose onorificenze ottenute, il “Premio per La Letteratura” che nei decenni precedenti aveva onotato Isabel Allende, la”Croce del Terzo Millennio” ricevuta nel 2004 nella Basilica cappuccino di Foggia per la lirica “Celeste Illusione”. Michele Biafora, inoltre, è stato inserito in volumi e pubblicazioni periodiche di specifico indirizzo umanistico ed una critica qualificata ha spesso riscontrato nei suoi versi motivi di autentica positività che confermano una produzione letteraria che si somma ad un impegno etico e stilistico di primaria importanza.

Ecco perché già la candidatura di Michele Biafora poeta crotonese che vive a Crotone rappresenta per la Provincia e per l’intera Regione un valido ed importante motivo di unirsi in una richiesta di un’onorificenza talmente importante che, se venisse assegnata, rappresenterebbe un “Nobel” per l’intero territorio.
Francesco Rizza

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Cart
  • No products in the cart.