Un francobollo per Rino Gaetano. Anche le poste ricordano il cantautore crotonese a 40 anni dalla morte.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Il quarantesimo anniversario dalla morte di Rino Gaetano riaccende l’attenzione istituzionale sul mitico cantautore crotonese, fra le voci più amate della musica contemporanea nazionale. I tanti anni che ci separano dalla sua morte, infatti, non hanno tolto smalto e sapore alle sue canzoni ed a quell’ironia incalzante in cui riempiva i propri versi descrivendo, senza peli sulla lingua, pregi e virtù nazionali.

Dallo scorso 21 maggio, il volto sorridente di Rino Gaetano con in testa il suo cilindro campeggia su un francobollo emesso dalle Poste italiane  in occasione dei 40 anni dalla scomparsa del cantautore crotonese e fa’ parte fa parte della serie tematica “Eccellenze italiane dello spettacolo” ed è stato emesso il 21 maggio insieme ad un altro dedicato ad Enzo Bosso nel 50° anniversario della nascita. Il valore dei francobolli è di 1,10 euro. La tiratura è di duecentomila esemplari con fogli da quarantacinque esemplari.

Il francobollo dedicato a Rino Gaetano mette insieme alcune delle principali caratteristiche per le quali il cantautore crotonese è ricordato: si tratta di un ritratto di Rino Gaetano con il suo immancabile cilindro sullo sfondo di un cielo a ricordare una delle sue canzoni più conosciute che lo rese famoso al grande pubblico “Ma il cielo è sempre più blu”.

Intanto, da alcuni giorni, l’ukulele di Rino Gaetano  è tornato  in possesso della Provincia di Crotone, che ne è la legittima proprietaria per averlo acquistato anni fa ad un’asta benefica. Lo strumento era stato affidato alla fondazione ‘Una casa per Rino’ che avrebbe dovuto esporlo in un’apposita struttura dedicata al cantautore crotonese nella quale ospitare anche giovani talenti musicali.

L’ukulele è stato consegnato dalla reggente della fondazione  Giusy Regalino, accompagnata da Maria Teresa Sussurellu moglie dell’onorevole Giancarlo Sitra che fu presidente della stessa fondazione, nelle mani del dirigente della Provincia Nicola Artese. Presenti all’incontro anche il presidente della Lega Navale di Crotone Gianni Liotti, il maestro orafo Michele Affidato accompagnato dal figlio Antonio Affidato.

Il prossimo 2 giugno,  nel  quarantesimo anno dalla scomparsa del cantautore crotonese,  tutti i presenti alla riunione hanno concordato di organizzare una conferenza stampa per presentare alla città il progetto che prevede la collocazione dell’ukulele presso la sede della Lega Navale di Crotone. Lo spazio espositivo, la bacheca di alloggiamento dell’ukulele, sarà curato e realizzato a titolo gratuito dall’azienda “M. Affidato Orafo”

Francesco Rizza

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp