Speciale Taverna

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

La città di Mattia Preti

LA GRANDE BELLEZZA…
L’arte e la bellezza, ci salveranno mai dal degrado e dalla crisi? Sembrerebbe di sì!
In questo ultimo periodo i governi di ogni parte del mondo sono impegnati a trovare soluzioni al più critico momento economico della storia moderna dell’umanità. Molti stati europei sono costretti ad una austerità sconosciuta fin dall’ultimo dopo guerra. Si è in cerca di individuare settori e risorse sui quali investire per rilanciare la ripresa. Quali sono le nostre possibilità ?
…Patrimoni dell’Umanità…
L’Italia è lo Stato con il più del 68% del patrimonio culturale mondiale; la Nazione con più siti culturali individuati dall’UNESCO, quasi tutto il suo territorio… Eppure solo in questo ultimo periodo si sta prendendo coscienza e consapevolezza di questo grande tesoro quasi ancora inutilizzato e si sta trovando il coraggio di spingere aziende piccole, medie e grandi in questa direzione, con sgravi fiscali per chi investe in cultura, con attenzioni verso il mecenatismo…
…Ma cosa è meglio? …Chi frena o cosa ostacola questa direzione? …Chi decide anche nei governi locali come investire e quali sono le migliori forme di investimento? Ancora si considera secondario e soprattutto meno importante investire in cultura!
Questo numero è dedicato a Taverna la città di Mattia Preti, orgoglio dei suoi concittadini e non sempre valorizzato adeguatamente. Oggi diventata fulcro della cultura catanzarese, regionale e non solo. Con il suo importantissimo Museo rappresenta una delle mete regionali e nazionali che merita di essere visitata. Il 2013, IV centenario dalla morte di Mattia Preti, il Museo di Taverna è stato il 5° Museo nazionale con più visite ed incasso record. Allora conviene investire in cultura? Taverna è una realtà che, più di altre, è una dimostrazione positiva della bontà di adeguate iniziative. Ma Taverna non è solo Mattia Preti. Un’altra eccellenza la rende meritevole di attenzione: il suo territorio. E se madre Natura è stata prodiga dotandola di questo tesoro, l’uomo non ha trascurato di esaltarne e valorizzarne le potenzialità. Con l’impegno e la competenza del Dott. Garcea (a cui è stato dedicato) è sorto nel suo territorio montano, in località Monaco al Villaggio Mancuso, un Centro Visite del Parco Nazionale della Sila, che insieme ai lasciti del più illustre suo concittadino, consente a Taverna di fregiarsi, a buon titolo, di “Città della Cultura e della Natura”. Gli innumerevoli visitatori delle opere pittoriche del Mattia Preti e delle innumerevoli iniziative per celebrare il più grande Pittore calabrese di tutti i tempi, non potranno resistere al richiamo e all’opportunità di godere del binomio: Cultura (Mattia Preti, storia, archeologia, ecc.) e Natura (Centro Visite Antonio Garcea del Parco Nazionale, con le sue tante eccellenze).

Buona lettura!!!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp