Speciale Parco Nazionale della Sila

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Questo numero del Calabrone è dedicato interamente al Parco Nazionale della Sila.
Il Parco Nazionale della Sila, istituito nel 2002, ingloba lo storico Parco Nazionale della Calabria (data d’istituzione 1968). La sua attuale sede è dislocata a Lorica, nel comune di San Giovanni in Fiore (CS).

Ha una superfice di circa 74.000 ettari, costituita per l’80% da boschi e selve impenetrabili, da piante plurisecolari – fra le quali spiccano i “Giganti di Fallistro” – da fiumi e laghi, da paesaggi superbi ricchi di eremi, da abazie e santuari – nascosti fra le rocce e la fitta vegetazione – da antichi sentieri che seguono le orme dei “piciari”.

Ai visitatori propone scenari di altri tempi. Comprende tre provincie, ventuno comuni e cinque comunità montane. Ambiente incontaminato (l’aria più pulita d’Europa), musei tematici, centri di educazione ambientale, teatri verdi, sentieri didattici e naturalistici, centri visita (Cupone, nel comune di Spezzano della Sila (CS), “Antonio Garcea”, a Monaco nel comune di Taverna (CZ) e Trepidò nel comune di Cotronei (KR), di di prossima inaugurazione) rappresentano per l’intera regione Calabria un inestimabile patrimonio ambientale, culturale e paesaggistico, luogo degno di essere visitato e conosciuto.

Gli Autori dei testi riportati esaltano e trattano le varie sfaccettature del Parco.
Abbiamo voluto illustrare e descrivere il Parco senza effetti speciali, per quello che realmente è e per quello che realmente ha, per farne apprezzare l’insostituibile utilità.

Giganti di Fallistro – Foto Archivio PNS
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp