Speciale Paesi Arbëreshë: Carfizzi, Pallagorio e San Nicola dell’Alto

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Questo numero pubblica uno speciale dedicato ai tre paesi albanesi della Provincia di Crotone: Carfizzi, Pallagorio e San Nicola dell’Alto.

Le comunità arbëreshë, cioè “italo-albanesi” stanziate nell’Italia Meridionale, sono molteplici (con una popolazione di circa 300 mila unità). Più di trenta sono in Calabria e fra queste tre sono nella Provincia di Crotone protagoniste del nostro speciale. I cittadini di queste comunità hanno cominciato ad abitare il meridione d’Italia fin dalla prima metà del xv secolo. I primi erano soldati venuti in aiuto degli aragonesi per combattere gli Angioini, e si sono stabilizzati nelle terre date loro per i servizi resi; successivamente, e specialmente dopo la morte del loro grande eroe nazionale Skanderbeg, seguirono altri numerosi albanesi che abbandonarono la loro patria per sfuggire alla persecuzione islamica.

Sono riusciti ad integrarsi e a mantenere la propria identità fin ai giorni nostri, tanto da poter essere ancora oggi identificati come albanesi.
Artigianato, tradizioni, musica e bilinguismo caratterizzano questi luoghi, tipici dei paesi di confine, pur essendo nell’entroterra calabrese. Venuti da lontano oltre l’Adriatico sono stati portatori di una cultura antica e diversa, che si è stratificata amalgamata nel tempo, tanto da sembrarci oggi molto familiare.
Parco naturale ,” La Campagnella”, attuale sede del 1° maggio Arbëreshë; centri sportivi; eliporto che consente in pochi minuti di essere al centro soccorso di Cirò; Albergo diffuso; collegamento WiFi, cioè Internet gratis per tutti, sono le peculiarità di questa area.

Le caratteristiche morfologiche, climatiche e ambientali di questo angolo meraviglioso di Calabria, lasciano presagire una vocazione di carattere agro-turistico per uno sviluppo economico futuro. Alcune iniziative negli ultimi tempi vanno in questa direzione, favorite da strumenti regionali e sull’onda positiva della esportazione dei vini e dei prodotti calabresi; iniziative finalizzate alla ricerca di catturare l’interesse del turista amante di particolari offerte dove regna tranquillità, ordine, pulizia e il piacere di perdersi in luoghi dove si può ritrovare il ritmo normale di una vita, ormai sempre più veloce e disorientata.
Le rubriche tradizionali (storie in bianco e nero, avifauna, arte, ecologia ed altre) e vari articoli (area marina protetta, pioppo tremolo, filosofia, musica) completano il numero.
Ai nostri affezionati abbonati, inserzionisti e lettori auguriamo buona lettura.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp