Speciale Melissa

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Con lo speciale Melissa “il CalabrOne” pubblica le sue prime 20.000 copie in 10 numeri compreso naturalmente il numero zero. Usciamo con ritardo e ci scusiamo con i tanti lettori che ci seguono.
I ritardi non sempre sono dovuti ai nostri tempi, ma spesso a cause di forza maggiore, che non ci permettono di uscire puntuali come vorremmo. Gli speciali ci legano a tempi amministrativi, che spesso sono portatori d’imprevisti o di altre priorità.
In questo ultimo trimestre, nelle nostra regione, si sono succeduti diversi episodi che hanno scosso l’opinione pubblica. Dalle navi dei veleni ai veleni del polo siderurgico di Crotone; dalle alluvioni agli scandali sanitari; ma, c’è una Calabria che non si rassegna, che scende in piazza e denuncia: dai ragazzi dell’università di Cosenza che protestano, alle diverse associazioni, confederazioni, e alla società civile, che non non ci stanno, che dicono di no e che vogliono cambiare le cose. I danni sono stati fatti, ma non sono irreparabili, ci sono delle aree che vanno bonificate e ripristinate al più presto, costi quel che costi, senza troppe parole e con un intervento immediato, per rimediare ad un enorme danno in termini di salute e immagine. Quello che successo è sicuramente grave e non è di più di quello che è successo nell’intera area mediterranea, ma spesso a pagare è sempre una regione come la Calabria facile ad essere usata come serbatoio di manodopera, e facile alla strumentalizzazione.
In questo numero: Speciale Melissa, come ogni nostro paese, ha qualcosa di straordinario: la spettacolare Torre Merlata è l’emblema di un paese ricco di una antica storia, ma, anche di ritrovamenti di reperti che ci riportano a un passato ancora più lontano, che arriva fino nella Magna Grecia e va oltre il popolo Bruzio. Il centro storico è in via di recupero, grazie ai finanziamenti statali, sul progetto “borghi antichi”. Divenuta famosa per i fatti di Fragalà in tutto il mondo, Melissa è anche un centro importante della produzione di vini e di prodotti tipici che esporta in tutto il mondo. All’interno troverete ancora tante altre curiosità, buona letture e Auguri di Buone Feste.

Val di Neto: i crepuscoli di Calabria foto Gianni De Simone

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp