ROMA – LA PASSACAGLIA CAMMINA VERSO RADIO VATICANA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Martedi 30 gennaio alle ore 10,05 sulle frequenze di Radio Vaticana (103.8 FM per Roma città, 105 FM per Roma e provincia, 733 su digitale terrestre) andrà in onda una mia intervista nella storica trasmissione l’Arpeggio di Luigi Picardi, che va in onda ogni lunedì, martedì, giovedì e venerdì e che vede la presentazione di quanto di meglio esce a livello internazionale in campo discografico e bibliografico musicale. Oltre all’intervista si potranno ascoltare brani musicali di cui parlo approfonditamente nel libro oggetto della trasmissione: “La Passacaglia, analisi, improvvisazione, composizione” edito da Rugginenti del gruppo  Volontè & C0 di Milano.  Nonostante l’argomento sia necessariamente specialistico, nel corso della trasmissione sarà trattato in modo molto accattivante, anche grazie alla sempre brillante conduzione di Luigi Picardi e agli straordinari ascolti musicali. La Passacaglia è una forma musicale antichissima basata sulla continua iterazione di un ciclo armonico, su cui si snodano delle variazioni. Nata nel tra il Cinque/Seicento  come musica popolare di strada, ha interessato nel corso dei secoli grandi compositori come Haendel, Bach, Brahms, solo per citarne alcuni, e continua ad interessare molti compositori contemporanei. Il ‘principio passacaglio’, è poi trasmigrato anche in molti generi musicali come il rock, il pop, il jazz, che hanno appunto nella ripetitività il loro momento di massima fascinazione. Cito un esempio per tutti: il brano intitolato appunto ‘Passacaglia’ di Franco Battiato ispirato alla famosa seicentesca ‘Passacaglia della vita’ attribuita a Stefano Landi a cui Battiato interpreta con significati moderni. Concludo con una nota locale. Il termine ‘Passacaglia’ è uno spagnolismo che significa ‘passare per la via’ e dalle nostre parti esiste un brano-rito popolare chiamato similmente ‘Passavineddra, Passeggera’   e  che ha lo stesso significato e funzione della passacaglia della prima ora, forse è un segno che conserviamo ancora molto delle nostre origini spagnole.

Francesco Stumpo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp