Melissa: sette Comuni del Crotonese uniti per valorizzare le proprie radici turistiche.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Comuni del Crotonese si uniscono per condividere strategie comuni di sviluppo turistico. È partito così un programma di sviluppo turistico e territoriale, incentrato sulla promozione delle esperienze enogastronomiche ed artigianali. Si tratta del progetto ” Ionic Tales” che è stato presentato in occasione del bando MACEI sul Turismo delle Radici, per la realizzazione di attività culturali in favore degli italo-discendenti nel mondo, dai comuni di Pallagorio, Carfizzi, San Nicola dell’Alto, Santa Severina, Crucoli, Cirò e Melissa – mira a promuovere e valorizzare il passato identitario del territorio e delle comunità locali. Lo comunica, con un comunicato stampa, Raffaele Falbo sindaco di Melissa. Il territorio interessato dal progetto è ” un territorio, un tempo Magna Grecia, raccontato come vero e proprio melting pot di culture. In grado di fornire un’esperienza di viaggio al “turista delle radici” (e non solo), integrata, autentica e sostenibile. Attraverso l’organizzazione di laboratori delle tradizioni, si andranno a creare attività turistico-culturali di alto valore per viaggiatori e collettività locale. Con azioni e strategie di marketing esperienziale e promozione turistica nei 7 borghi del Crotonese – si aggiunge – l’obiettivo è quello di rafforzare il legame indissolubile con la propria terra di origine che mette in moto questa forma di turismo “emozionale”. Il progetto, voluto fortemente dai sindaci dei sette comuni e sviluppato insieme a Vincenzo Scordo (fondatore di Visit Mediterraneo e membro dell’associazione Radici Calabresi), è stato inviato al Ministero degli Esteri per partecipare al bando succitato; in attesa degli esiti dello stesso, gli amministratori comunali intendono predisporre le progettualità ed iniziare questo percorso virtuoso che permetterà di creare una nuova destinazione turistica”.

Francesco Rizza

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp