Le Gorgoni siciliane e la Medusa di Caravaggio a confronto a Palermo. Il Convegno si svolgerà il 24 settembre

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Accostare, in un’analisi intrigante, il mito delle Gorgoni della Sicilia e la Medusa di Caravaggio, svelandone i misteri e introducendo nuove considerazioni storiche, artistiche, etnoantropologiche, medico biologiche e sociali.

 E’ l’intento di uno studio multidisciplinare partito dall’impulso del coordinatore del ‘GruppoArte16’ di Palermo, Giovanni Taormina, che prosegue il suo impegno nella ricerca del dettaglio dentro i capolavori dell’arte.

L’evento, nel quale sarà illustrato questo nuovo studio, si svolgerà il prossimo 24 Settembre alle 17 nella Sala Giovanni Spadolini del Ministero dei Beni culturali e del Turismo di Roma. La tavola rotonda propone un dialogo multidisciplinare che vedrà confrontarsi studiosi come Stefano Zuffi, autore di oltre cento pubblicazioni di cui alcune su Caravaggio; Giovanni Taormina, autore de “Il Mistero dell’Annunciata” di Antonello da Messina, che parlerà dal mito delle Gòrgoni e illustrerà i dettagli del tondo di Medusa; il musicista Costantino Mastroprimiano; il professore Giuseppe Tedeschi, esperto d’arte, artista ritrattista ed addetto di anticamera di Papa Francesco Bergoglio; il paleopatologo Francesco Maria Galassi e l’antropologa Elena Varotto che offriranno una analisi del mito della gorgone vista da una prospettiva medico-biologica ed antropologica. 

(Ansa)

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp