Elezioni Comunali 2021: Pd spaccato pure a Cotronei (Kr).

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Mancano una decina di giorni alle Comunali ma a Cotronei , capitale della Sila crotonese, una vittima candidata alla sconfitta  sembra già esserci: il locale Partito democratico che  è discretamente rappresentato in tre delle quattro liste che si contenderanno la guida del Comune silano.  In questi ultimi giorni, anche sui social fra le varie anime del partito “volano gli stracci” e la tensione è arrivata a tali livelli che la decisione della Federazione provinciale crotonese, sino ad alcuni giorni fa affidata al commissario uscente Iannucci, ha deciso di commissariare il Circolo democratico di Cotronei.                                                                                        

 “Nella giornata di martedì – scrive lo stesso Greco nei social  annunciando il proprio appoggio al candidato Antonio Ammirati  –  con motivazioni tra il ridicolo ed il folle stato rimosso, dal commissario Graziano, dal ruolo di segretario di circolo del Pd di Cotronei, a seguito dell’accusa, da parte di un gruppo di dirigenti capitanati da Nicola Belcastro, di aver chiuso un accordo elettorale con la peggiore destra. La destra, a Cotronei, è ufficialmente collocata: Fratelli d’Italia, Forza Italia e Lega con la lista Cambiamo Cotronei; Rinascimento Sgarbi con la lista Svolta la Carta che, gli stessi dirigenti guidati da Belcastro, dichiarano di sostenere in un documento pubblico, lo stesso documento che hanno inviato a Graziano”.

 “Ora mi chiedo – aggiunge  Greco – come reagiranno i dirigenti provinciali e regionali del mio partito. Se resteranno silenti ed indifferenti alla ricerca di una collocazione personale all’interno di un Partito Democratico evaporato ad ogni livello (non si vince una elezione da nessuna parte da anni) oppure se, capito il degrado raggiunto al nostro interno, proveranno a dimostrare di essere interessati al bene del Pd, dei suoi valori, dei suoi ideali e, soprattutto, della comunità che devono rappresentare. Io resterò concentrato  – promette – e lavorerò per vincere le elezioni a Cotronei con la lista “Cotronei 20 30” e per risollevare questo paese dai fallimenti e dal degrado sociale, culturale ed urbano nel quale siamo regrediti dopo dieci anni di amministrazione Belcastro”.                                                                                                               

In  un documento a cura del sindaco Nicola Belcastro e degli iscritti con lui schierati che si assumono la responsabilità di aver chiesto il commissariamento del circolo “le tensioni hanno raggiunto il loro apice  – si sottolinea nella nota –  con la volontà del segretario di non confrontarsi con  l’Assemblea degli iscritti, testimone per ultimo anche  Seby Romano delegato del commissario regionale pd, neanche per esprimere un giudizio politico sull’azione del Amministrazione uscente e successivamente con l’obiettivo di escludere assessori e consiglieri dalla futura amministrazione”.

Terza lista che è conducibile al Partito democratico di Cotronei  è quella denominata “Cotronei Bene Comune” capeggiata da Pietro Secreti, storico esponente del partito democratico di Cotronei e per più legislature sindaco di Cotronei.  Evidentemente, terminata la fase elettorale che avrà il proprio culmine nelle elezioni del 3 e 4 ottobre, non sarà più possibile rinviare una seria ricostruzione di quel Partito democratico che anche nel Crotonese, elezione dopo elezione, sta continuando a perdere consensi, iscritti e voti.

Francesco Rizza

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp