COTRONEI – HERMES, LA SALUTE NON È UN GIOCO…

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

TOUR PROGETTO HERMES CONTRO IL GIOCO D’AZZARDO: COTRONEI RISPONDE PRESENTE

Domenica 2 marzo 2024

Nella splendida e molto accogliente cittadina presilana, la piazza della Solidarietà  di Cotronei a fatto da cornice ad uno degli speciali Tour di presidi relativi alla campagna di prevenzione, sensibilizzazione e informazione Hermes, contro la dipendenza dal gioco d’azzardo, che precedentemente ha già effettuato tre tappe nella città di Crotone.

I Carabinieri del luogo, preventivamente informati della nostra presenza, sono i primi a farci visita mostrando interesse verso l’argomento trattato. A loro consegniamo il materiale informativo in merito al progetto di lotta contro l’azzardopatia.

Il target con cui ci relazioniamo a Cotronei è prevalentemente adulto. Ci vengono a far visita mostrando curiosità interesse e ammirazione per il lavoro che svolgiamo e per i servizi dedicati a sconfiggere il gioco problematico.

Dialoghiamo con tante persone che spontaneamente si avvicinano e ci consegnano domande e riflessioni sul fenomeno presente in paese, che purtroppo colpisce uomini e donne dai 30 anni in su.

Un professore con “la passione del gioco sano”, dialoga con noi incuriosito dal servizio offerto dalla nostra equipe.

Successivamente la nostra attenzione viene colpita da una signora del luogo.

Trascorriamo molto tempo con lei, ci trasmette forza, idee e passione per tutto ciò che riguarda le tematiche del settore sociale, in particolar modo la lotta contro le dipendenze e il gioco patologico.

Sposa e condivide in toto il nostro ruolo, e poi con una certa emozione e partecipazione, ci racconta della
sua personale esperienza.

“Anni fa mio figlio è stato risucchiato dal
vortice del gioco problematico e da tutto ciò che ne consegue, esponendo se stesso a gravi situazioni economiche a causa di problemi legati alla solitudine in un momento personale di cambiamenti e fragilità’.

Un giorno, dopo tanta sofferenza per tutto ciò che stava accadendo a mio figlio, decisi di fare attivamente qualcosa per lui: parlammo di come affrontare al meglio quella situazione così delicata e gli consigliai l’unica strada per me valida: un percorso riabilitativo in una comunità terapeutica fuori regione. E così io e i miei familiari lo aiutammo ad intraprenderlo subito”.

L’epilogo è stato positivo ed ora il figlio della nostra signora, ha costruito una nuova vita, ha una famiglia basata su cose semplici, importanti, concrete, e lontane dall’azzardopatia.

“È importante cio che fate, spero che questi incontri si possano verificare nuovamente, soprattutto per il notevole aiuto che rappresentate per i giovani”.

Siamo felici di aver accolto e supportato questa testimonianza, soprattutto quando l’emozione traspariva dai suoi occhi.

La presenza di A. ci dona ancora di più consapevolezza e tanta determinazione nell’importanza di questi presidi, e dell’utilità dei servizi offerti dal Progetto Hermes.

Attenti e vicini al servizio promosso: Il Sindaco Dott.Ammirati Antonio,
Il Vice sindaco Dott. Vaccaro Pierluigi,
l’Assessore ai Servizi Sociali dott.ssa Rosa Toscano, il Consigliere Comunale dott.Francesco Greco, e il
Presidente del Consiglio Comunale dott.ssa Borza Antonella.
Gli stessi, hanno mostrato interesse e ascolto verso ciò che rappresenta e offre il tour Hermes, dialogando con noi e la gente
che man mano si avvicinava al nostro gazebo.

Sindaco e Assessore ai Servizi Sociali ci propongono l’idea di incontri successivi, reputando importante far rete con questo progetto, soprattutto attuando ulteriori azioni mirate e interventi formativi nelle scuole, coinvolgendo anche gli insegnanti per agire in sinergia e in linea con la prevenzione ed educazione proposta da noi operatori .

Anche questa volta rientriamo a casa con idee, racconti, e con il “cuore pieno”, contente di poter far parte di una parte fondamentale della prevenzione e sensibilizzazione

del fenomeno esistente, ma anche del risvolto positivo della medaglia: la fitta presenza di aiuti e servizi dedicati del Progetto Hermes “La salute non è un gioco”.

Sportello d’ascolto gratuito
Lunedì e Mercoledì dalle ore 15:00 alle ore 18:00 presso il Ser.T
Servizio per le tossicodipendenze, in Via Parini a Crotone.

0962 924211
376 0412331

sosludopatiakr@gmail.com

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp