COSENZA – L’Associazione Flautisti Calabresi presenta il Festival del Flauto 2024

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

L’Associazione Flautisti Calabresi, guidata dal maestro Francesco Guido, apre le porte al nuovo anno con una programmazione che promette di trasportare il pubblico in un viaggio emozionale unico, celebrando il primo anniversario di attività dalla sua fondazione avvenuta con grande splendore il 14 gennaio 2023 presso la Casa della Musica di Cosenza. Un percorso artistico intenso, ricco di manifestazioni e di successi che hanno contribuito in modo significativo alla crescita culturale della nostra amata Regione.

Il fiore all’occhiello di questa nuova stagione è la seconda edizione del “Festival del Flauto”, sotto la magistrale direzione artistica del maestro Francesco Guido, con il patrocinio dei Comuni di Bisignano e Cosenza. Un evento imperdibile che si svolgerà il 15 gennaio presso la suggestiva Sala Quintieri del Teatro Alfonso Rendano, a partire dalle ore 9.00. La giornata sarà impreziosita da masterclass gratuite, tenute da autentici maestri del flauto di fama internazionale come Matteo Evangelisti, Roberta Presta, Eugenio Termine, Daniela Troiani e Gregorio Tuninetti. Un’opportunità unica per gli allievi selezionati e per gli appassionati che potranno seguirli come uditori.

Il culmine del Festival sarà coronato da due emozionanti concerti ad ingresso libero. Alle 12.30, il palco sarà dominato dai maestri Carmine Zuccarelli e Rossana Marchese. Alle 18.30, il concerto conclusivo chiuderà la giornata in bellezza, con i maestri protagonisti e la conduzione della giornalista Francesca Pecora. Un’occasione unica per immergersi nella magia della musica e celebrare insieme un anno di straordinari successi.

Il direttore artistico Francesco Guido: «L’Associazione è nata con l’intento di valorizzare questo strumento nel nostro territorio cercando di garantire, specialmente ai giovani flautisti, la possibilità di studiare, perfezionarsi e crescere nella nostra Regione portando alto il nome della Calabria anche oltre i confini territoriali. Abbiamo competenze musicali e culturali che non hanno nulla da invidiare ad altre realtà ed è per questo che la nostra associazione si impegna nella promozione di masterclass e iniziative che possano valorizzare i talenti calabresi. Lo spirito “rivoluzionario” dell’associazione consiste nel dar voce al nostro flauto creando un movimento senza precedenti che, nella sua autenticità e semplicità, si pone come obiettivi il confronto e l’unione delle idee».

Il 2023 è stato un anno trionfale per l’Associazione Flautisti Calabresi, che ha presentato la stagione concertistica “Castello in Musica” in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Bisignano. Questa partnership ha portato sul palco musicisti di fama internazionale, consolidando l’associazione come punto di riferimento nel panorama musicale. I corsi e le masterclass, con maestri del calibro di Davide Formisano, Alberto Navarra e Roberta Presta, hanno coinvolto allievi provenienti anche dall’estero.

«Il successo delle attività – osserva il maestro Guido- è stato reso possibile grazie alla preziosa collaborazione dell’amministrazione comunale di Bisignano, al dirigente dell’I.C. “G. Pucciano” per l’uso dell’auditorium della scuola media e al generoso contributo della BCC – Banca Mediocrati di Bisignano. La sinergia con altre associazioni, come l’Accademia Musicale “Gustav Mahler” di Trebisacce e AMA Calabria di Lamezia Terme, ha contribuito a creare un network solido e appassionato, rendendo possibili iniziative culturali di grande spessore».

Il Festival del Flauto 2024 si preannuncia come un momento imperdibile per gli amanti della musica. L’Associazione Flautisti Calabresi, con la sua dedizione e il suo spirito innovativo, dimostra che la bellezza della musica può davvero trasformare e arricchire la vita di tutti. Il Festival del Flauto è solo l’inizio di un nuovo capitolo destinato a lasciare un’impronta indelebile nella storia artistica della Calabria.

Ufficio stampa

Denise Ubbriaco

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp