CALABRIA: ATTIVA LA MANIFESTAZIONE D’INTERESSE PER LA PARTECIPAZIONE AL SALONE DEL LIBRO DI TORINO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

“Le Case editrici, gli autori, i Sistemi bibliotecari territoriali, le istituzioni culturali e gli enti locali calabresi interessati hanno tempo fino al prossimo 10 marzo per presentare le domande di partecipazione allo stand istituzionale regionale presso il Salone internazionale del Libro di Torino. La Regione Calabria parteciperà alla XXXVI edizione del Salone con un proprio spazio di oltre 200 metri quadrati, posto nella parte più centrale del Lingotto Fiere, all’interno del quale si potranno esporre, vendere e presentare i libri di più recente edizione”. Cosi la vicepresidente della Giunta della Regione Calabria, Giusi Princi, ricorda la scadenza della manifestazione d’interesse indetta dal Dipartimento istruzione, formazione e pari opportunità, settore cultura, attività culturali, biblioteche, musei, teatri, Afam. “Anche quest’anno – prosegue Princi – la Regione Calabria si candida ad essere di nuovo protagonista della prestigiosissima Fiera del libro, con un nutrito programma, che si sviolgerà dal 9 al 13 maggio, in uno stand moderno ed accogliente, che vedrà il coinvolgimento attivo di tutti i Sistemi bibliotecari regionali, con capofila, il Sistema bibliotecario Lametino.

Come già nello scorso anno, anche L’edizione 2024 del Salone si avvarrà della presenza delle scuole calabresi e sarà, quindi, animata e arricchita dalla partecipazione dei nostri studenti per i quali sono state pensate anche sezioni mirate di confronto generazionale con scrittori, ma anche con autori del mondo dello spettacolo come quello, ad esempio, previsto con il professore-cantante Roberto Vecchioni reduce del duetto con Alfa a Sanremo”. “Vita immaginaria è il tema della XXXVI edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino. Il nostro tema nel tema è ‘Emozioni e poesia. Esplora l’incanto della Calabria’. Un viaggio nel cuore della Calabria: un’emozionante sinfonia di poesia, storia e arte. Per dare voce alla Calabria attraverso chi la conosce e la esplora. Una vera opportunità – evidenzia in fine la vicepresidente Princi – per tentare di modificare i vecchi stereotipi che caratterizzano la nostra regione e per diffondere un’immagine nuova della Calabria nel panorama nazionale e internazionale, per diffondere nel mondo la vitalità, le luci e i colori della nostra Terra”.

nelle foto vicepresidente Giusy Princi con  l’editore Gianni De Simone ideatore della rivista de il CalabrOne – a seguire alcuni momenti del Salone del Libro 2023

Francesco Rizza

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp